Marco Reggio è il nuovo presidente di Coldiretti Asti: rinnovati anche 75 consigli di selezione

ASTI – È stato nominato il nuovo presidente di Coldiretti Asti. E’ infatti Marco Reggio, cinquantatreenne imprenditore agricolo di Castelnuovo Calcea, a succedere al presidente uscente Roberto Cabiale. Il quale ha sostenuto che «pur essendoci ancora molto lavoro da fare, oggi siamo consapevoli di aver trovato nuovi alleati, di aver costruito una nuova forma di rappresentanza che vede Coldiretti sempre più sindacato imprenditoriale di filiera, insieme alle aziende artigiane e industriali d’eccellenza».

DLN-Marco-Reggio-Pres-Coldiretti-Asti
Marco Reggio, neo presidente di Coldiretti Asti

L’unità di intenti volti ad assicurare la valorizzazione della produzione agricola vede proprio della nuova presidenza di Marco Reggio la sua migliore rappresentanza: il neo leader dell’organizzazione, composta da più di 15mila tesserati e 30 cooperative associate a UeCoop, gestisce, infatti, un’azienda a indirizzo prevalentemente vitivinicolo e corilicolo ed è stato tra i principali fautori del progetto “Barbera Amica”, aderendo per primo al progetto di filiera attuato attraverso il Consorzio Terre di Qualità, di cui è presidente.

Parallelamente alla nuova nomina presidenziale, è stato svolto un prezioso lavoro di riorganizzazione, con il rinnovo di 75 consigli di selezione in altrettanti Comuni della provincia, in ognuno dei quali è stato nominato un consiglio direttivo, composto da un minimo di 5 a un massimo di 21 consiglieri con relativo presidente.

A consolidamento del nuovo incarico, Reggio conferma l’obiettivo di voler rappresentare Coldiretti, procedendo «nel senso della continuità, per portare a ulteriore compimento il progetto Coldiretti per le imprese e per il Paese “Una filiera agricola tutta italiana” e l’applicazione degli accordi di filiera. Dobbiamo, e vogliamo, sviluppare ulteriormente i nostri progetti che abbiamo fatto crescere i questi ultimi otto anni nell’Astigiano».

Caricamento...